martedì 26 aprile 2016

Moda, Fashion, Gioielli e simili - Creare Abiti storici e di scena

Francesca Flaminio di Napoli crea abiti e costumi storici su misura di tutte le epoche. Autodidatta, grazie alla sua innata passione per la storia del costume, la ricerca bibliografica, lo studio di quadri e raffigurazioni delle varie epoche storiche negli anni e' stata apprezzata da decine di committenti per cui ha creato abiti ispirati al Medioevo, 1400, 1500, 1600, 1700, 1800 indossati in teatro, televisione, rievocazioni storiche e carnevale. Francesca e' attenta nella scelta di ogni singolo materiale, stoffe, tessuti, filati, bottoni, decorazioni e realizza su richiesta anche singoli accessori come copricapo, baschi, cinture, borsette, mantelli, parrucche, scarpe. Dalla progettazione su cartamodello alle fasi successive di taglio e cucito rispettando le tecniche delle varie epoche storiche tutto rifinito a mano.






Francesca e' affiancata dalla figlia e altri due collaboratori, da un' esperta di parrucche e da un calzolaio per le scarpe. L'attrezzatura e' composta dalle tradizionali macchine da cucire casalinghe. Acquista tessuti, stoffe e accesssori nei fornitissimi  mercatini rionali napoletani. Ha fornito i suoi abiti per numerosi eventi:
- rappresentazione teatrale "Inferno" della compagnia itinerante "I Temerari" di Napoli
- corteo storico di Napoli "Giostra dei sedili"
- "Toson d'oro" di Vasto
- "Carafa la leggenda" e "Viaggio nella Ruvo del XVlll secolo" di Ruvo
- Museo di Santa Maria Capua Vetere
- Anima Mundi 2015
- Carnevale di Venezia 2013, 2014, 2015, 2016
- "Tutto il resto e' vanita' " Musical di Aldo Capraro
- "Cioccolata party" al Ca' Nigra Lagoon Resort di Venezia 2014
- Bicentenario Giuseppe Maggiolini "Come si vestivano nel 1700"  Villa Corvini Parabiago di Milano 2014
- Festa di San Patrizio in Irlanda
- Maggio dei Monumenti a Napoli
- Carnevale Capua 2011
- "Tempus Pestis" di Contursi 2011, 2013





 Di seguito alcune realizzazioni:
- Abito femminile (foto 10) "la Castellana" 1400, con strascico realizzato in damascato bordeaux e damascato oro per la sottogonna, passamaneria oro su gran parte del vestito.
- Abito femminile (foto 11) "pet en l'air" 1700, raso a fasce color rosa pesca e panna per il pet en l'air e raso color panna per la gonna a occhiello. Pet  en l'air con chiusura a stringhe posteriore. Rifinita con ruche della stessa stoffa in tinta, maniche alla circassienne con fitti volant in nastro di organza bianco plisse'.
- Abito femminile (foto 12) "Andrienne" 1700, realizzato in lampasso fondo panna e grandi motivi floreali nei toni del rosa. Abito composto da manteau in lampasso con applicazione di rusce tinta su tinta e in taffeta' rosa, perle bianche e nappine rosa. Maniche con doppio volants e doppia balza di merletto panna. Stomacher in taffeta' rosa con ricamo eseguito a mano. Gonna a occhiello realizzata in taffeta' rosa con balza e rusces in lampasso e taffeta' rosa, applicazione di perle bianche e nappine rosa
- Abito maschile (foto 13) "Barocco spagnolo" 1600, composto da farsetto realizzato in broccatello grigio con motivi a rilievo in tinta, sopramaniche in velluto nero con spacchi per la fuoriuscita delle sottostanti maniche, chiusura con bottoni di stoffa. Pantaloni a ginocchio a sbuffo in velluto nero trattenuti al ginocchio con nastri di raso nero. Mantello a ruota intera in velluto nero.
- Abito maschile (foto 14) prima meta' 1700. La giacca, il pantalone ed il gilet, sono stati realizzati in damascato di colore bordeaux ed oro. Rifiniti, con fine passamaneria di colore bordeaux ed oro. Completati da Bottoni di diversi diametri, rivestiti in stoffa. La camicia in cotone bianco, con polsi in ampio merletto macrame'.  La sciarpa in cotone bianco, con balze di merletto macrame'. Cappello tricorno.






Le foto e le notizie mi sono state fornite da Francesca Flaminio.
Per saperne di piu' vai a alla Pagina Facebook





2 commenti:

Paola Lauretano ha detto...

Complimenti a Francesca... splendide creazioni!
Kisses, Paola.

Expressyourself

My Facebook

dauriav ha detto...

Grazie a te Paola per l' attenzione che mostri verso il blog.