lunedì 27 aprile 2015

Legno, Metalli e simili - Costruire Gondole veneziane dal 1884

Oggi parliamo di una famiglia che da generazioni, fin dal 1884 costruisce gondole a Venezia. Il capostipite e' stato Domenico Tramontin. Oggi lo Squero (cosi' e' chiamato il cantiere delle imbarcazioni a Venezia) e' gestito da Roberto Tramontin. Il Maestro d'Ascia Domenico nei primi del Novecento con delle innovazioni tecniche defini' la forma attuale della gondola.  Ne hanno parlato in documentari, riviste e giornali nel mondo. Hanno fornito dai Reali Savoia al comune di Venezia, dalla Questura al comando dei Carabinieri e poi in tutto il mondo privati amanti di Venezia, collezionisti; durano mediamente da 25 a 40 anni.  Per costruire una gondola ci vogliono circa due mesi in due persone ed il 60%  del lavoro e' fatto a mano. E' composta da 280 elementi, vengono impiegati otto legni diversi: il Rovere francese per i fianchi, il Ciliegio per la coperta, in Tiglio le punte estreme, in Larice la zona del gondoliere, in Mogano gli specchi di prua, in Olmo le parti interne inferiori sagomate, in Noce delle cornici alle estremita', in Abete il pescaggio. I remi invece in Faggio.






 I legni sono rigorosamente selezionati e stagionati naturalmente. Le curvature delle tavole intere avvengono alcune bagnandole e altre scaldandole con il fuoco.  La linea poppiera di ogni barca è progettata tenendo conto del peso del gondoliere. Si effettuano anche restauri, in diversi casi sono stati eseguiti su gondole in mostra in palazzi importanti di Venezia. Una gondola e' lunga circa 11 metri x 1,40 di larghezza. Alcuni attrezzi ancora utilizzati  sono quelli delle origini come l' ascia e la pialla mentre la sega ha circa quarantacinque anni. Il costo per restaurare una gondola dipende dalle condizioni in cui versa, oscilla quindi dai 7 ai 15 mila euro, il prezzo di una nuova va da 40 mila euro in su. La figlia di Roberto a luglio 2014 ha aperto un negozio dove si trovano vari oggetti creati artigianalmente riguardanti la gondola ed in particolare modellini scala 1/10. Fare un giro in gondola a Venezia pare costi € 80 ogni mezzora per un massimo di sei persone.






 Una gondola e' composta da varie parti, le principali sono :
- serci ( i fianchi)
- sankoni (l' ossatura)
- maistre (di poppa, centro e prua)
- trasti (per assemblare i fianchi)
- sandoli (fondo della gondola)
- ferro di prua (contro le collisioni e per bilanciare il peso del gondoliere)
- forcola (supporto del remo)
- parecio (la zona arredata con le sedute)






 Le notizie e le foto mi sono state fornite da Tramontin
Per saperne di piu' vai al Sito

mercoledì 22 aprile 2015

Legno, Metalli e simili - Creare Giocattoli da collezione in Legno

Mario Tarantino di Bitonto (BA) come quasi tutti gli artigiani ha ereditato la passione per questa attivita' dal padre sin da quando aveva quindici anni. Nel 1975 ottiene il diploma al Centro di Formazione Professionale della Regione Lombardia, a Meda (Monza e Brianza), come ebanista e costruttore di mobili e oggetti d'arredo in legno. Realizza le riproduzioni non in maniera maniacale e perfetta ma con uno stile suo che punta al design più semplice, combinando gli elementi tecnici del design e l'estro della fantasia. Costruisce per lo piu' giocattoli ma anche altri oggetti e idee regalo personalizzabili.






La sua mission e' far giocare e divertire sia grandi che piccoli con tranquillita' e senza pericoli. I suoi "pezzi" sono anche l' ideale per vetrine da esposizione o collezzionisti che vogliono assicurarsi oggetti rari nel suo genere, infatti rida vita a famosi modelli che sono diventati leggenda. E' presente in vari mercatini della zona. Gli attrezzi che usa sono quelli tipici del falegname di bottega, le vernici sono atossiche. I giocattoli in legno esistono da sempre, come per esempio il cavallo a dondolo, le costruzioni, il pallottoliere, la cucina con il suo di stoviglie e pentole, la casa delle bambole, il teatrino delle marionette e dei burattini. Facendo un po' di ricerca ho scoperto che in Italia esistono anche dei musei del giocattolo a MilanoCormano, Napoli, Zagarolo (Roma), Bra (Cn), Padova.






 Di seguito alcune realizzazzioni
- Modellino (foto 11) Ferrari 500 F2 1952  scala1/10. Materiali: legni frassino, mogano, noce americano e rovere, alluminio, plexiglass.Vernice: trasparente lucida. Decorazione: colori acrilici. Misure: cm L 40 x P 16,5 x H 11,5. Peso gr 1.340.
- Modellino (foto 12) Alfa Romeo Giulietta Spider, disegnata da Pininfarina nel 1955 scala 1/16. Materiali legni rovere, frassino, mogano, noce. Parabrezza: plexiglass. Vernice: opaco catalizzato. Misure cm: H 6,5 x L 21,5 x P8,5. Peso: gr 285.
- Modellino (foto 13) Moto Guzzi California. Materiali: legni rovere, mogano, betulla, paduca con rinforzi metallici. Misure: H 16 x L 30 x P 15,5. Peso gr 368. 
- Modellino (foto 14) Muletto con meccanismo a corda + manovella per sollevamento. Numerosi particolari tra cui l' abitacolo con comandi. Materiali: abete, frassino, doussie', ciliegio, multistrato betulla. Misure H 21,5 x L 36 x P 17. Peso: gr 1280.
- Modellino (foto 15) Macchina da cucire con meccanismo ad innesco manuale di movimento, con vano per accessori tra cui una forbice in legno. Materiali: rovere e afrormosia per le forbici. Misure: H 29 x L 28 x P 14. Peso gr 1660






 Le notizie e le foto mi sono state fornite da Mario Tarantino
Per saperne di piu' vai al Sito
e alla Pagina Facebook

mercoledì 15 aprile 2015

Varie Artigianato e Fai da Te - Foglia Oro per usi Artistici, Cosmetici e Alimentari dal 1926

Marino Menegazzo "Battiloro" di Venezia-Cannaregio con la moglie, le due figlie Sara ed Eleonora e una decina di dipendenti crea nel 1969 questa attivita' che trasforma l'oro (ma anche l' argento) in lamine sottilissime di pochi micron che diventano materia prima per diversi settori. E' la continuazione di una tradizione familiare di lavorazione manuale dell' oro che era utilizzato solo per decorazioni artistiche fin dal 1926 e che oggi ha come mission la continua ricerca di nuovi utilizzi e possibilita' di questo materiale. I fornitori sono rigorosamente selezionati e obbligati a rilasciare attestati di origine e purezza dei metalli acquistati. L' oro per uso artistico e' utilizzato da mosaicisti, vetrai, restauratori, doratori, iconografi, calligrafi, pittori, scultori. Per uso cosmetico e' utilizzato da centri estetici e SPA. Per uso alimentare e' utilizzato da chef, maestri pasticceri, enologi, barman per decorare bevande e cibi in occasioni importanti.






 Le fasi lavorative sono:
- Fusione: consiste nel portare allo stato liquido il  metallo, eliminare le impurita' e poi farlo solidificare nella forma a lingotto
- Laminatura: trasformazione in lamina sottile per ricavare dei pezzi quadrati di materia prima
- Riempitura: i quadrati vengono sovrapposti uno sull' altro separati da particolari carte
- Prima Battitura: operazione effettuata con un martello
- Seconda Battitura: questa seconda battitura viene effettuata dal maestro Marino Menegazzo che le porta allo spessore desiderato
- Taglio e Confezionamento: operazione eseguita con precisione e delicatezza dove le foglie vengono tagliate nella misura richiesta e collocate in apposite custodie







 Di seguito alcune applicazioni:
- Uso artistico (foto 11 e 12) una sedia per una gondola speciale e un tappo bottiglia
- Per uso cosmetico (foto 12 e 13) make-up 
- Per uso alimentare (foto 15) un piatto sofisticato






 Foto e notizie mi sono state fornite da Mario Berta Battiloro
Per saperne di piu' vai alla Pagina Facebook 
al Sito

lunedì 13 aprile 2015

Varie Artigianato e Fai da Te - Creare Selle e Accessori in cuoio per Moto

Ivan Bartolacci "Calavera Leather" di Savona appassionato di moto crea selle, borse e altri accessori in cuoio per moto di tutti i tipi. Ha una cura quasi maniacale per ogni singolo dettaglio (taglio, cuciture e disegno), infatti i tempi di consegna vanno dalle due alle quattro settimane. Studia e ricerca continuamente tecniche nuove ed innovative, quella piu' pratica e' la lavorazione "tooling", prettamente di origina americana
praticamente e' una bulinatura a freddo con il cuoio bagnato.






 Tutti gli articoli sono realizzati con cuoio di prima scelta a concia vegetale e trattati con i migliori olii cere e finiture, le imbottiture sono in neoprene che e' per durata e consistenza il miglior espanso in commercio. Per le tinture utilizza la linea professional oil dye della Fiebings comprese le cere ad effetto anticante di varie tonalita'. E' personalizzabile ogni oggetto. Collabora a corsi di incisione su cuoio e partecipa a varie fiere del settore, e' appena rientrato dall' ultima di "Sanremo Motor Bike" tenutasi il 10, 11 e 12 aprile. In Italia i possessori e gli amanti delle due ruote sono centinaia di migliaia, per una parte di essi  e' uno stile di vita, basta vedere quanti motoraduni si organizzano, come quelli della Vespa, Custom, Harley Davidson, d' Epoca giusto per citarne alcuni. A molti poi piace personalizzare nella forma, i colori, i disegni alcune parti come appunto le selle e spesso anche i serbatoi.





 Di seguito alcune realizzazzioni
- borsino e sella (foto 10) per moto, intarsiata bulinata e dipinta a mano
- lavoro di intarsio (foto 11) con  colori a pennello tutti decapati e sfumati dal chiaro al nero abbastanza difficile nella.colorazione (se si sbaglia si butta tutto e si rifa daccapo, Ivan l' ha rifatta 3 volte prima di ottenere quello che voleva)
-  sella (foto 12) intarsiata bulinata dipinta a mano con inserti di turchesi nella seduta
- sella (foto 13) bici custom in pelle con portafogli in tinta
- borsino (foto 14) portaattrezzi moto in un unico pezzo in breve le cinghie fermano sulla moto e lo chiudono
- casco (foto 15) rivestito in cuoio da 3,5 mm lavoro piuttosto complicato per via degli spessori, poi bordo in cuoio 1 mm cucito insieme al casco tutto a mano









Per saperne di piu' vai alla Pagina Facebook
al Sito