cibo crudo

CIBO CRUDO

venerdì 20 febbraio 2015

Agricoltura, Gastronomia e Animali - La Soppressata fatta in casa

La signore Concetta e Luisa di Castel San Giorgio (SA) ci mostrano come fare la soppressata (vedi Wikipedia) con metodi tradizionali (come si faceva una volta). In questo caso con 3 kg di prosciutto (coscia) di maiale paesano (cresciuto da un contadino) abbiamo ottenuto 9 salami per consumo familiare piu' qualche regalo ad amici. Il costo totale e' stato di € 31 (n° 2 intestino-budello € 2 cadauno di circa 1,5 metri, carne tritata di prosciutto € 9 al Kg). Gli ingredienti sono: intestino salato e vuoto di maiale, prosciutto di maiale tritato, pepe nero, sale (non quello iodato o marino), vino bianco, limone. Ho fatto una piccola ricerca in rete e vedo che gli ingredienti variano da regione a regione e qualcuno adotta qualche variante personale. L' attrezzatura e' semplice: imbuto a bocca larga, un ago per bucare, tavoletta legno per impastare, spago bianco per chiudere estremita' e per appendere i salami, una bacinella, panno per asciugare.






Le fasi lavorative passo-passo visibili anche dalle foto si possono cosi' riassumere:
- lavare con acqua fredda l'intestino in una bacinella e sfruttando il getto del rubinetto   (foto 1) lavare la parte interna per pulizia ed eliminare il sale
- aggiungere un limone a pezzetti (foto 2) per circa 30 minuti
- mettere i 3 chili di carne tritata sulla tavoletta aggiungendo 90 grammi di sale, il pepe nero (foto 3), 1/4 di bicchiere di vino bianco (foto 4) e iniziare ad impastare (foto 5) per circa 10 minuti per eliminare i vuoti d'aria
- rigirare l'intestino (affinche' la parete interna diventi la parte esterna) sfruttando il getto del rubinetto (foto 6), strizzarlo per liberarlo dall' acqua
- riempire di carne l'intestino con l' imbuto (foto 7)
- fare il primo nodo con lo spago ad un' estremita' (foto 8) e stabilire la dimensione della soppressata. La lunghezza dello spago deve essere tale da chiudere l' altra estremita' (foto 9) piu' una parte per appenderla una volta ultimata.






  - bucare in varie zone con un ago (Foto 10) per la fuoriuscita dell' acqua rimanente e togliere eventuali sfilacciature (foto 11) sulla parete girata dell' intestino
- tagliare la prima soppressata e appoggiarla su un panno asciutto. Fare lo stesso con le successive (foto 12).
- nel caso si dovesse aprire una fessura sulla parete dell' intestino, si puo' mettere una "toppa" (foto 13) con un altro pezzetto di intestino tagliato a misura, semplicemente appoggiandolo sulla parte bucata e mettendoci anche un po' di sale (un po' come si fa per le bucature degli pneumatici).
- appendere i prodotti finiti in ambiente fresco per l' essicazione per circa 1 mese (dipende dall' asciugatura e durezza). Nei primi tre giorni per circa trenta minuti con un braciere o altro accendere un po' di legna per creare del fumo che serve per l' affumicatura (foto 14)
- una volta pronte, pulirle con una pezza imbevuta di olio e aceto
- ora sono pronte per essere mangiate. Se si vuole conservarle metterle sottovuoto e in frigo, cosi' potranno essere mangiate anche dopo 1 anno e piu'.





mercoledì 18 febbraio 2015

Moda, Fashion, Gioielli e simili - Creare Bijoux

Natalia Savastano in arte "Agape Bijoux" di Baronissi (SA), progetta e realizza gioielli artigianali dal 2010. E' molto nota su You Tube grazie al suo canale con oltre 15000 iscritti, decine di video-tutorial con migliaia di visualizzazioni, per molti e' un appuntamento settimanale (di solito carica video il martedi' e il venerdi'). Nel suo canale mostra passo-passo come creare gioielli artigianali. Ha partecipato anche a diversi concorsi ed esposizioni, in particolare l' esposizione della creazione “Ethnic Moon” presso la Fiera “Manualmente” di Torino nel 2011. Tra i materiali che usa ci sono: Miyuki, Swarovsky, pietre dure, metalli e paste polimeriche. La tipologia degli articoli che realizza e' varia: orecchini, bracciali, collane, parure, anelli, portachiavi, foulard, spilloni, catenine per occhiali,segnalibri.







Di seguito sono mostrate alcune realizzazioni:
-  Araba Fenice Necklace (foto 7). E' una collana presentata per il concorso internazionale Swarovski Contest 2013 indetto da Fire Fire Mountain Gems and Beads. Progettata e realizzata interamente a mano con cristalli Swarovski originali e perline dorate. Arrivata FINALISTA tra le centinaia di collane presentate al concorso.
-  Orecchini Atene (foto 8) realizzati con superduo Neon blu e goccia in tinta. Monachelle realizzata interamente a mano.
-  Pendente (foto 9) romboidale albero della vita personalizzato realizzato con rame, occhio di tigre e agata
-  Anello (foto 10) realizzato con base in rame e pasta polimerica turchese con applicazione di chaton crystal Preciosa
-  Bracciali (foto 11) tennis realizzati con perline e charms.
-  Orecchini (foto 12) wire con pietra del sole






 -  Nefertari (foto 13) Collana realizzata con la tecnica "netted". Materiali utilizzati : biconi da 4 mm color jet (mezzicristalli) rocailles 11/0 color 181 della miyuki e rocailles 15/0 della miyuki color 2003. Per la chiusura ho utilizzato una T bar e due mezzicristalli color silver da 4 mm. Vista in un video di floretta1986 su youtube e riprodotta senza schema.
- Nefertiti (foto 14) realizzata con 2 rivoli da 14 mm incastonati al peyote, 2 rombi di misure diverse (uno volutamente più ampio quasi a simboleggiare un occhio) , tubolari e chiusura realizzati con la tecnica raw3d.
Collana Diane (foto 15) realizzata con Rocailles e Delica Miyuki, 2 dischi di madreperla da 25mm e 1 disco da 30 mm e cristalli cechi. Dischi incastonati con la tecnica peyote e tubolare realizzato con la tecnica Herringbone.





Le notizie e le foto mi sono state fornite da Natalia
 Per saperne di piu' vai al Blog agapebijoux
alla pagina Facebook
canale You Tube

venerdì 13 febbraio 2015

Varie Artigianato e Fai da Te - Creare all' uncinetto

Anna Barbieri di Avellino "Ricreanna creazioni all' uncinetto" e' una donna molto dinamica e creativa, da vita ad oggetti sia col riciclo che con l' uncinetto. Con le amiche organizza nei bar e altri luoghi momenti di incontro "Knit café" per amanti del Crochet.Col riciclo trasforma dei sacchetti di plastica in borse e cappelli. All' uncinetto crea come si vede nelle foto calze, cappelli, guanti, collane, bamboline di lana, animaletti, cerchietti per capelli, borse, custodie per cellulari, tappetini, rivestimento sgabelli, sciarpe, amigurumi e altro.







 Di seguito viene spiegato in particolare come e' stato fatto il "Cactus di Natale" (foto 9 e 10) :
- Materiali e attrezzatura
Uncinetto n° 2, lana nei colori verde,bianco, rosso, rosa, marrone, vasetto di plastica o di coccio, due occhi mobili, sassolini di mare, pistola colla a caldo, aghi per lana, cotone per imbottitura
- Il Cactus
 con la lana verde avviare 30 cat. + 1, e fare il primo giro a m.m.alta  per 50 giri, lavorando solo sulla parte posteriore della maglia.Riprendere 40 m. dal lato e lavorare a m. bassa, voltare il lavoro e lavorare tutte le m. senza chiuderle, ma chiudendole tutte insieme, tirare il filo e con questo cucire il lato aperto. Imbottire. Per rendere il cactus pelo setto, lo si può pettinare con una spazzola di ferro di quelle che si utilizzano per i gatti.
- Zolla di terra
 1° giro- fare un anello con la lana marrone e lavorare 5 m. basse 2° giro- 2 m.b. in ogni m.b. 3°giro- 2 m.b., 1m.b. rip., per tutto il giro 4°giro- 2 m.b. in ogni m. 5° giro- a m.b. 6°giro- 2m.b., 1 m.b. rip. per tutto il giro 7°giro- a m.b. (45 m.b.)8°- 17°giro-  1 m.b. in ogni m.b.18°giro- 3m.b., 1 dim.19°giro- 2m.b., 1 dim.
Imbottire. Lavorare un disco piatto con la lana marrone e cucirlo al fondo della zolla per chiuderla. Cucire il cactus sulla zolla.
- Cappello di Babbo Natale
Con la lana bianca fare un anello 1°giro- 6 m.b. nell’anello, tirare il filo e chiudere con una m.bss. 2° giro- 2 m.b. in ogni m.b. 3°giro- 1m.b., 1 aum., per tutto il giro 4°-5°giro- 1 m.b. in ogni m.b. 6°giro- 1dim. 1 m.b., per tutto il giro 7°giro- 6dim. Chiudere con una m.bss., (6 m)Imbottire la pallina leggermente. Continuare con la lana rossa 8°giro- 1 m.b. in ogni m.b. 9°giro-  1 aum. 1m.b., per tutto il giro 10°giro- 1 aum. 2 m.b., per tutto il giro 11°giro- 1 aum. 3 m.b., per tutto il giro
Continuare aumentando progressivamente ogni 4-5-6 m.b. ecc., fino a raggiungere 63 m.b.  Fare 5-6 giri lavorando 1 m.b. in ogni m.b. Cambiare con la lana bianca e aum. 1 m. ogni 20 m.b. Proseguire per 3 giri a m.b., poi  fare un giro a m.m.alta e 4 giri a m.m.alta estraendo il filo dal lato davanti della m.m.alta del giro precedente. Rivoltare il bordino bianco. Cucire il cappello sulla sommità del cactus.







- Barba
 1°giro- con la lana bianca avv. 30 cat + 1 per voltare e lavorare a m.b. 2°- 12° giro- Lavorare a m.b. e diminuire 1 m. all’interno della prima e ultima , rimarranno 8 m.b., tagliare il filo
Intorno ai tre lati  lavorare un giro a m.b., voltare * saltare 1 m. e sulla successiva lavorare 6 m.b. , saltare 1 m.b. e lavorare 1 m.b.* continuare per tutto il giro. Cucire la barba in posizione sul davanti del cactus.
- Baffi
 con la lana bianca avv. 10 cat., dalla terza cat. Lavorare *1 m.m.alta, 4 m.a., 1 m.m.alta, 3 m.b. nell’ultima cat., girare e lavora sul lato opposto delle cat.,di base 1 m.m.alta, 4 m.a., 1 m.m.alta, 2 m.b. nell’ultima cat.* Continuando senza rompere il filo lavorare 10 cat. E ripetere da * a*Tagliare il filo e cucire al centro sopra la barba.
- Naso
 con la lana rosa1°giro- lavorare 6 m.b., in un anello e tirare il filo2°giro- 1° aum., 1 m.b., per tutto il giro 3°giro- 1 m.b. in ogni m.b., tagliare il filo e con questo cucire il naso sopra baffi, dopo averlo leggermente imbottito
-  Incollare in posizione gli occhi. Con la pistola per colla a caldo incollare dei sassolini, (tre – quattro) all’interno del vasetto, per renderlo più stabile, se usate il vasetto di coccio non è necessario, è già sufficientemente pesante. Infine incollate sempre con la colla a caldo la zolla al vasetto.






Le foto e le notizie mi sono state fornite da Anna
Per saperne di piu' vai al Blog su Wordpress o alla Pagina Facebook

mercoledì 4 febbraio 2015

Moda, Fashion, Gioielli e simili - Creare con Pelle e Cuoio

Ambra Serranti, 23 anni di Orvieto (Terni) un artigiana di pelle e cuoio, lavora con il suo maestro, il signor Aldo Fusco artigiano da oltre 40 anni. E' il maestro Fusco (molto noto ed apprezzato nella zona) che le ha trasmesso la passione e l' entusiasmo per questa attivita. Il lavoro consiste nel progettare i modelli su cartone, poi una volta ultimati si passa alla realizzazione. Per il cuoio si effettua la tintura a mano e poi si passa al taglio cucitura e lucidatura. Si realizzano borse, cinture, cartelle, rivestimenti di album o varie ed eventuali creazioni a seconda delle esigenze dei clienti.






 I materiali di prima qualità sono presi dalla Conceria La Perla Azzurra  che pratica la concia al vegetale. Ambra ha iniziato circa tre anni fa, non avendo la possibilità economica di pagarsi una scuola, ha fatto la gavetta con dei pezzi di scarto recuperati qua e la'. Fino a che l' anno scorso ha avuto la possibilta di approfondire le conoscenze con il Maestro Fusco, grazie ad un bando fatto dalla regione Umbria.






 Nelle foto si vedono in particolare le varie fasi per creare un bookphoto : prima si fa il bozzetto dei "personaggi" poi si passa a tagliare i vari pezzi di pelle tenendo fede al modello. Si prendono le misure di un album, si taglia un pezzo a seconda delle misure dell' oggetto da ricoprire ( tenendo 2 cm in più per le ripiegature) si incollano i personaggi e poi si cuciono ( in questo caso sono stati cuciti a mano) poi si incolla tutta la "fodera" di pelle sull album. E l' album e pronto!






 Le foto e le notizie me le ha fornite Ambra.
Per saperne di piu' vai a la bottega di Aldo Fusco su Facebook
Per contattare Ambra vai al suo profilo Google+