cibo crudo

CIBO CRUDO

mercoledì 27 agosto 2014

Agricoltura, Gastronomia e Animali - Preparare bottiglie di pomodoro (Passata)

Con Attilio che ama la campagna e gli animali e che con la moglie Marta e i loro figli ha deciso di trasferirsi da Roma a Capena vediamo come preparare le bottiglie di pomodoro, praticamente la cosiddetta "Passata", al naturale senza aromi. Il mese ideale per effettuere questa operazione e' agosto. I pomodori sono i "San Marzano" prodotti in zona e da queste parti hanno un costo che varia 55 a 80 centesimi al chilo, con 100 chili acquistati abbiamo ottenuto 105 bottiglie da 75 cl (forse qualcuna sara' eliminata per la presenza di acqua). Il primo passo e' la sterilizzazione delle bottiglie.




L'attrezzatura e' composta da passapomodoro elettrico, secchi e bacinelle, imbuto, bidone riciclato per bollitura, supporto per bidone. Dunque lavare i pomodori e lasciarli asciugare, quindi tagliare ogni pomodoro in 4 o 6 parti a seconda della dimensione, scartare quelli molto ammaccati o marci e farli passare nella macchina elettrica. La parte passata composta dalle bucce ripassarla per evitare inutili sprechi.





Ora imbottigliare usando un imbuto e fare attenzione a chiudere bene i tappi a vite sulle bottiglie. A questo punto incartare le bottiglie con fogli di giornale, rendere morbido il fondo del barile (paglia) e mettere sull' ultimo strato di bottiglie qualcosa che le tenga feme (mattone) per evitare rotture durante la bollitura. Tenere il fuoco acceso per la bollitura per 45/50 minuti e lasciare che l'acqua torni a temperatura normale (in genere passa tutta la notte), poi prendere le bottiglie, togliere la carta e sono pronte per l'uso.
Guarda il video su You Tube

lunedì 25 agosto 2014

Agricoltura, Gastronomia e Animali - Pareggio e Ferratura Cavalli

Con Marco Piazza, maniscalco di Capena (Roma), conosciuto a Roma ed in tutta la zona di Roma nord dove ci sono parecchi proprietari di cavalli (Capena, Morlupo, Fiano Romano, Monterotondo, Sacrofano, ecc.) vediamo passo passo l'arte del pareggio e ferratura di un cavallo.



 Questa operazione andrebbe ripetuta ogni  35/45 giorni, dipende dai lavori e percorsi che il cavallo fa. L'attrezzatura di Marco  e' composta da : laboratorio mobile (Caddy Wolkswagen),  cavalletto treppiedi per poggiare zoccolo (se lo e' costruito da se'), cavalletto con morsa + incudine, martelli vari, forgia mobile montata sul Caddy, mantello antimosche, coltello da zoccoli, raspe varie, tenaglia esplorativa per dolori eventuali, tenaglia da taglio unghia, tenaglia tirachiodi, grembiule da maniscalco, incassini scassachiodi, pinze varie, chiodi, ferri da cavallo, ecc.



 Le fasi lavorative visibili nelle foto e nel video sono : col coltello eliminare le parti irregolari ed in eccesso di suola, modellare il perimetro dello zoccolo con la raspa, nel frattempo con la forgia a gas riscaldare il ferro di cavallo e quindi modellarlo sull' incudine, provare il ferro allo zoccolo sopportando il fumo che si crea, quando il ferro corrisponde si passa all' inchiodatura, la parte sporgente dei chiodi viene tagliata e ribattuta, quindi si passa ancora la raspa.




Per la cronaca Marco e' anche un esperto paracadutista.
Guarda il video su You Tube
Per saperne di piu' vai sul profilo Facebook di Marco