cibo crudo

CIBO CRUDO

giovedì 31 luglio 2014

Legno, Metalli e simili - Cesti, Corde, Sottopiatti, Ventagli del Cilento

Ad Omignano nel cuore del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano c'e' la bottega di Giuseppe Giuliani che lavora a mano cesti di varie tipologie, corde, sottopiatti, ventagli, cappelli, collane, fionde, troccole (strumenti musicali popolari che si fanno ruotare), zucche usate come strumenti musicali. Tutti oggetti in uso nella civilta' contadina da secoli e che variano per forme, dimensioni e tecniche lavorative da regione a regione. Folclore e tradizioni fanno parte dell' animo piu' profondo del Cilento.






Le tecniche in questo gioco di intrecci sono quelle usate da generazioni in queste zone, non c'e' nella bottega (situata nella piazza centrale di Omignano) l' ombra di un macchinario o utensile elettrico. Le materie prime usate sono le piante e i rami di castagno, salice, ginestra, vimini, canna. Bisogna conoscere le caratteristiche di ogni legno per farne il giusto utilizzo.




 Gli attrezzi sono un coltello ed un' accetta usati sia sul Monte Stella e nei boschi limitrofi per l' approvvigionamento delle materie prime che nella bottega per la lavorazione. Le corde possono raggiungere anche vari metri di lunghezza grazie all' allungo. L' articolo piu' inusuale e' la zucca usata come strumento musicale. E' uno di quei casi in cui questi oggetti possono essere considerati 100% made in Italy in tutte la fasi. Giuseppe nel suo orto coltiva anche origano, menta e finocchietto selvatici del Monte Stella. Come si vede nell' ultima foto riempe la sua auto di oggetti da lui creati e partecipa a vari mercatini settimanali nei comuni cilentani.
Guarda il video su You Tube

domenica 27 luglio 2014

Eventi & Notizie - Brunello Cucinelli

Dato che questo blog e' dedicato all' artigianato made in Italy mi sembra doveroso un post dedicato a Brunello Cucinelli. Per Wikipedia e' uno stilista, imprenditore e filantropo italiano. Nel video realizzato al convegno "Made in Italy senza Italy" nel novembre 2013, intervistato da Enrico Mentana, esprime la sua filosofia di vita e di imprenditore. Sembra la realizzazione del capitalismo dal volto umano, sentire un imprenditore/capitalista pronunciare frasi come: "dignita' del profitto", "profitto sano senza arrecare danno all'umanita' ", "senso della Bottega", "valore dell' artigianato in tutte le sue forme", per giunta in un paese come il nostro che negli ultimi anni ha visto esplodere la pratica della delocalizzazione (di necessita' o di furbizia) e della ricerca del piu' basso costo della manodopera. Si potrebbe scrivere per ore del prodotto cachemire alta moda, del borgo umbro (Solomeo) ristrutturato, della fondazione che si occupa di sviluppo delle arti (figurative, musicali, sceniche), dell' esordio in borsa, quindi meglio vedere questo video di circa 30 minuti che tocca tutti questi argomenti dalla diretta voce del protagonista.


Per saperne di piu' basta fare una ricerca Google "Brunello Cucinelli" e usciranno decine di fonti di notizie.

giovedì 24 luglio 2014

Legno, Metalli e simili – Creare una Toupie (Fresatrice-Foratrice)



Creare una fresatrice/foratrice (Toupie) e’ quello che ha fatto Vincenzo Pisapia, collaboratore della Lignart di Massa Claudio di Cava de’ Tirreni (SA) all’interno della medesima falegnameria. Avendo a disposizione una semplice fresatrice verticale manuale, pezzi di legno massello, listellari, bilaminato bianco, compensati, rotoli di cartone per  pellicola per imballaggi.




 
Ha la forma di un cassettone/tavolo che misura cm 95 x 70 ed una altezza di cm 85. L’ ingombro e’ comunque maggiore per via della barra guida di Rovere che misura cm 250,  i porta utensili nei fianchi e posteriormente. I 4 piedi di massello di Toulipier hanno una sezione di mm 50 x 55, il piano di lavoro in bilaminato bianco (per la superficie liscia e senza attrito) ha la zona dove fuoriescono frese e punte ricoperta da una piastra metallica con un foro circolare.



La barra/guida registrabile e  rimovibile e’ in legno duro di Rovere lunga cm 250, sotto il piano di lavoro chiuso da 2 antine scorrevoli (in compensato mm 8) c’e’ la fresatrice in posizione capovolta ed e’ utilizzato anche come sede per gli utensili e attrezzi.


 
Sui fianchi sono stati sistemati in posizione verticale i rotoli di cartone rimasti di pellicola per imballaggi dove vengono posizionati trapano, avvitatore, attrezzi vari. In basso si vede il pedale che aziona (verso l’alto) la fresatrice in legno di Rovere a forma di elle e la sede per ospitare la fresatrice (strutturata in modo da ridurre al minimo vibrazioni e  sollecitazioni), praticamente il cuore della “macchina”. 
Guarda il video su You Tube
 

Tra i lavori piu’ comuni eseguibili ci sono: fori per barilotti con bordo, bussola, astine, spinotti in legno e profilature, modanature varie. Questa “Toupie” sarebbe perfetta per gli amanti del fai da te, per lo spazio minimo di ingombro, la varieta’ di lavori eseguibili, il rumore non eccessivo, posizionabile in una cantina o garage.
Per saperne di piu' Lignart 

mercoledì 23 luglio 2014

Eventi & Notizie – Essenza e Normative del Made in Italy



La bellezza visiva e tattile sono l’ essenza del gusto Made in Italy.                                                                  Qual’e’ il significato del Made in Italy ?
Quando un manufatto e' creato nelle varie fasi in piu' paesi, come catalogarlo ?
 Cos’e’ l’etichettatura 100 per cento Italia ?      
 E’ una questione di mera provenienza geografica o tecnica di trasformazione ?         
 Il made in Italy ha ancora un potenziale di crescita ?                                                                            
 Quesiti come questi sono in molti a porseli. Facendo ricerca in rete, con queste parole chiave, ho trovato varie fonti di informazione tra le prime pagine di Google ed ho scelto quelle credo piu’ attendibili e anche meno faziose, quindi quelle che ritengo piu’ obiettive. Bisogna tener conto dei vari settori merceologici, dell’impiego delle diverse materie prime, delle dimensioni di una azienda, di scambi commerciali, di rapporti fra Stati. Alcuni economisti hanno identificato 5 aziende in particolare che identificano il Made in Italy: Barilla (cibo), Benetton (moda), Ferrero (dolci), Indesit (elettrodomestici), Luxottica (occhiali).
In futuro se trovero' altro o ci saranno novita' aggiornero' il post.
Le fonti:
Wikipedia
Il Fatto Quotidiano
Madeinitalycert.it
Blog.pmi.it
Businesspeople.it
ilsole24ore
italiansdoit
madeinitaly.org
genova.erasuperba.it 

venerdì 11 luglio 2014

Legno, Metalli e simili – Arredamento legno

Quest' oggi ci dedichiamo alla realizzazione di un lavoro di falegnameria pura, a cura della ditta Lignart Snc del titolare Massa Claudio, una realta' con esperienza pluridecennale con sede a Cava de' Tirreni provincia di Salerno, che opera su tutto il territorio nazionale.







 Il lavoro artigianale di cui stiamo parlando e' una libreria in legno essenza Okume', tinta in noce con trattamento manuale con prodotti specifici che ne hanno accentuato l' effetto di "antichizzazione" voluto dal committente. E' un mobile progettato e pensato per libri di un certo valore storico da archiviare nella biblioteca dell' antico Palazzo Capano proprieta' del comune di Pollica nel Cilento.







Strutturalmente e' costituita da legno massello, pannellature listellari impiallacciate (cioe' struttura a listelli di abete massello placcato sulle due superfici esterne); tutte le mostre verticali lavorate con lesene, i bordi dei fianchi, cornici, ripiani e rifiniture lavorate sono di massello Okume' a vario spessore per le singole esigenze tecniche. Tutta la ferramenta utilizzata per l' assemblaggio della libreria ed il montaggio, quali cerniere reggi mensole, viteria ecc. e' di prima qualita' con approvvigionamento presso i piu' importanti marchi del settore. Come sempre le varie fasi si vedono nella sequenza fotografica.







Quest' opera e' stata concepita all' interno della falegnameria con un progetto rilevato e sviluppato autonomamente in base ai sopralluoghi e rilievi effettuati e sulla base delle richieste e necessita' del cliente; un servizio che il laboratorio di falegnameria Lignart offre normalmente a tutta la sua clientela.


Altri lavori di un certo pregio, si possono ammirare presso "Baia Hotel" e "Hotel Raito" di Vietri sul Mare, "Certosa" di Padula (SA), Consiglio notarile provincia di Salerno, Beni architettonici ed ambientali provincia di Salerno ed Avellino, Comune di Salerno. Per saperne di piu' vai a http://www.lignart.com/it/home

Legno, Metalli e simili – Serramenti in legno innovativi



Oggi con Antonio, amministratore di Penna Serramenti di Mercato San Severino (SA), mostriamo la creazione di finestre in legno con un metodo innovativo nella giuntura di listoni verticali e fasce orizzontali. Consiste nell’ utilizzare degli squadretti con fori filettati per viti + spinotti in legno zigrinato da mm 10 + colla per esterni D4 nell’ angolo di unione a 45 gradi.







 Molti falegnami, soprattutto di vecchia generazione storceranno il naso, abituati a creare infissi con tenoni e mortase nella maniera classica. I vari passaggi si vedono nella sequenza fotografica, dalle tavole di legno o listoni lamellari, profilatura, assemblaggio telai ed ante, verniciatura, applicazione ferramenta varia fino al montaggio in cantiere.  




 Questo sistema ha sostenuto i test di certificazione presso l’ istituto ISTEDIL di Roma di tenuta all’ acqua (classe 7A) , all’ aria (classe 3), al vento (classe C3); e’ stato poi rodato praticamente da oltre 10 anni in decine di fabbricati di nuova costruzione senza aver mai dato problemi strutturali anche grazie probabilmente alla forza (non trascurabile) del silicone fra legno e vetro . Il taglio a 45 gradi visibile nei 4 angoli anche prospetticamente crea un disegno originale.







 La finestra in questione “Mondo” ha una sezione telaio di mm 57 x 75, sezione anta mm 70 x 90, 3 guarnizioni insonorizzanti e termiche, chiusura a nastro perimetrale, cerniere regolabili mm 16, gocciolatoio alluminio inferiore, vetrocamera Basso Emissivo di sezione mm 4-12-4 e a richiesta l’ apertura a ribalta. La verniciatura all’ acqua prevede 3 cicli: impregnante con tinta a scelta, fondo trasparente e finitura. L’ azienda si occupa anche del montaggio con proprio personale. Questa finestra puo’ essere costruita in varie essenze: Pino lamellare, Okoume’, Douglas, Brown Ash, Rovere e altre su richiesta ed anche con il rivestimento esterno in alluminio con colori Ral o effetto legno.


 La Penna Serramenti esiste dal 1960 fondata dal nonno Antonio Penna, poi il padre Alfonso e oggi i figli Antonio, Marco, Vincenzo e Carmela. Per completezza di informazioni; la produzione prevede oltre alle finestre apertura ad anta anche la versione scorrevole, la costruzione di Persiane a lamelle fisse od orientabili, Portoncini e Porte interne su disegno. Altri articoli sono commercializzati. Per saperne di piu’ vai a Penna Serramenti